Breve biografia di Nikolay Otsup

Nikolay Otsup una breve biografia del poeta e traduttore russo che puoi trovare in questo articolo.

Breve biografia di Otsup Nikolay Avdeevich

Nato il 23 ottobre 1894 a Tsarskoye Selo. Nel 1913 si laureò alla palestra Tsarskoye Selo Nikolaevsky con una medaglia d'oro e andò a studiare a Parigi, dove frequentò le lezioni di A. Bergson, che ebbe una forte influenza sul giovane Otsup. In questo momento scrive le prime poesie.

Rientrato in Russia, entrò nella facoltà storica e filologica dell'Università Imperiale di Pietrogrado, prestando contemporaneamente servizio nel reggimento di riserva.

Dopo la Rivoluzione d'Ottobre, Gorkij fu invitato alla Casa editrice di letteratura mondiale come traduttore poeta, dove incontrò Nikolai Gumilyov e Alexander Blok ; tradotto da R. Southey, J.N. G. Byron , S. Mallarmé. Insieme a Gumilyov e M. Lozinsky, fu l'organizzatore della ricreazione del "Workshop dei poeti", che pubblicò la prima raccolta di poesie di Otsup, Grad (1921).

Dopo l'esecuzione, Gumilyov decise di lasciare la Russia e nell'autunno del 1922 andò a Berlino, dove facilitò la ripubblicazione di tre almanacchi del "Workshop of Poets" e il rilascio del quarto. Presto si trasferì a Parigi, dove pubblicò la seconda raccolta di poesie "In the Smoke" (1926), che servì come introduzione alla prossima opera di Otsup, la poesia "Meeting" (1928). L'Istituto est europeo di Breslavia ha pubblicato il suo studio Die neueste russische Dichtung (1930, The Newest Russian Poetry).

Nel 1930, ha fondato la rivista "Numbers", dedicata ai temi della letteratura, dell'arte e della filosofia, e ha servito come trampolino di lancio per molti giovani rappresentanti della letteratura immigrata russa. Nel 1939 fu pubblicato l'unico romanzo di Otsup, Beatrice in Hell, sull'amore di un artista bohémien per un'attrice in erba.

All'inizio della seconda guerra mondiale, Otsup si offrì volontario per l'esercito francese, fu tenuto prigioniero per circa due anni, riuscì a fuggire da due campi di concentramento e dal 1943 prese parte attiva alla Resistenza italiana, per la quale ricevette riconoscimenti militari.

Dopo la guerra, insegnò a Parigi École Normal, dove nel 1951 difese la sua tesi di dottorato su Gumilyov. Nel 1950 pubblicò il monumentale "Diario in Poesia. 1935-1950 ”, una poesia del piano lirico-epico. L'ultima opera pubblicata per via intravitale è la poesia Tre re (1958).

Improvvisamente morì il 28 dicembre 1958 per un'insufficienza cardiaca a Parigi. Pubblicarono postumi due volumi delle poesie di Otsup "Vita e morte" (1961, Parigi), due raccolte delle sue opere storiche e giornalistiche.

Aggiungi un commento

Rispondi

La tua e-mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *