Nelson Mandela Short Biografia

Ciò che Nelson Mandela, politico e presidente del Sud Africa ha fatto, imparerai da questo articolo.

Nelson Mandela Short Biografia

Dove è nato Nelson Mandela?

Nelson Mandela è nato il 18 luglio 1918 nel villaggio di Mfezo, in Sudafrica, nella famiglia di un membro del Consiglio Privato della tribù Tembu. Aveva 3 fratelli e 9 sorelle. Fu chiamato Holilal alla nascita, ma quando andò a scuola, un insegnante di inglese gli diede un nuovo nome inglese. Così apparve Nelson Mandela.

Quando aveva 7 anni, la famiglia si trasferì nel villaggio di Tsgunu. E 2 anni dopo, il padre di Nelson è morto. Mentre studiava a scuola e al college, Mandela divenne dipendente dalla corsa e dalla boxe, cosa che fece fino alla fine della sua vita. A 21 anni, fu iscritto alla Fort Har University, ma il futuro presidente studiò lì solo per un anno.

Nel 1941, Mandela si trasferì a Johannesburg e prima ottenne un lavoro come guardia nella miniera, poi un giovane impiegato in uno studio legale. Parallelamente al suo lavoro, Nelson si è laureato in absentia presso l'Università del Sudafrica con una laurea in discipline umanistiche. Dopo essere entrato nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Witwatersrand, dove ha incontrato i suoi futuri ministri: Harry Schwartz e Joe Slovo. Come studente, ha preso parte attiva alle riunioni degli intellettuali del Congresso Nazionale Africano e vari raduni. Nel 1948, Mandela subentrò come segretario capo del National Afrikaners Party, e in seguito divenne presidente della Lega della Gioventù all'African National Congress. L'attivista organizza una campagna per disobbedire al governo e nel 1955 convoca un congresso del popolo libero. Iniziò così la sua carriera politica.

Nelson Mandela è famoso per?

Ha una lunga strada da percorrere come presidente del Sudafrica. Fu il primo a creare uno studio legale che fornisce servizi gratuiti per i neri e compilare un elenco di principi della società della Repubblica del Sud Africa. La Carta della libertà, scritta da lui, diventerà il documento principale nel corso di una lotta non violenta contro il regime dell'apartheid.

Rendendosi conto che nulla poteva essere realizzato pacificamente, Nelson creò un'organizzazione radicale chiamata Umkonto ve sisve. I membri del gruppo hanno organizzato bombardamenti di obiettivi militari e governativi. Per l'organizzazione di scioperi, Nelson Mandela fu condannato a 5 anni di prigione nell'autunno del 1962. Presto furono presentate nuove accuse contro di lui e la sentenza fu commutata in ergastolo. Lo statista è stato in prigione per 27 anni. Ma fu durante questo periodo che divenne una celebrità mondiale - lo slogan "Freedom to Nelson Mandela" fu pubblicato sulla stampa straniera. Il lottatore dalla pelle scura riuscì persino a laurearsi all'Università di Londra in contumacia, dopo aver conseguito una laurea in giurisprudenza.

Dalla metà degli anni '80, il governo decise di scendere a compromessi con Nelson Mandela: gli fu offerta la libertà se si rifiutasse di combattere l'apartheid. Ma il leader non era d'accordo. Solo con l'avvento al potere di Frederick Willem de Klerk nel 1989, il divieto del Congresso nazionale africano fu revocato e Mandela fu liberata.

Dopo aver lasciato la prigione, iniziò una lotta contro il governo. Grazie ai suoi sforzi, nel 1994 si sono tenute le prime elezioni democratiche in Sudafrica. E Nelson Mandela, con più voti, divenne il primo presidente nero del Sudafrica.

Durante il periodo presidenziale, ha conseguito un'istruzione molto gratuita per i bambini di età inferiore a 14 anni, assistenza medica gratuita per donne in gravidanza e bambini, maggiori sussidi per residenti rurali, introduzione di leggi sulla terra, uguaglianza nel lavoro e livello delle qualifiche dei lavoratori. Il governo di Mandela ha svolto lavori su larga scala per elettrificazione, installazione telefonica, costruzione di cliniche, edifici residenziali e ospedali.

Nel 1999, Nelson Mandela si è dimesso e ha iniziato la lotta contro la diffusione dell'AIDS. Ha avuto una copertura aperta di questo problema in Sudafrica, che è oggi il leader nel numero di morti per questo disturbo.

La vita di Nelson Mandela fu piena non solo di attività governative. Ha scritto numerose pubblicazioni e un'autobiografia: "Sono pronto per la morte", "La lunga strada verso la libertà", "Conversazioni con se stessi", "Combattere è la mia vita".

Nell'estate del 2013, la cifra va in ospedale, la vecchia malattia polmonare carceraria è peggiorata. Qui rimase fino a settembre. Le sue condizioni erano stabilmente critiche. A novembre, la salute di Mandela è peggiorata in modo significativo e l'ex presidente era collegato a un apparato di respirazione artificiale. Nonostante gli sforzi dei medici, l'inevitabile è accaduto: il giorno in cui Nelson Mandela è morto è il 5 dicembre 2013. Aveva 95 anni.

Vita personale di Nelson Mandela

Il presidente del Sudafrica si è sposato tre volte. Sposò per la prima volta Evelyn Makaziva nel 1944. Nel matrimonio nacquero 4 figli: le figlie di Makaziv Mandela, Pumla Makaziva e i figli di Magkaho Levanik e Madib Tembekile. Si sono lasciati nel 1958. La seconda moglie fu Vinnie Dlamini, con la quale si sposò nel 1958. Ha dato alla luce altre 2 figlie, Zinji e Zenani. L'ultimo compagno di vita fu Grassa Machel. Si sono sposati nel 1998.

Aggiungi un commento

Rispondi

La tua e-mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *