Breve biografia di Mikhail Isakovsky

In questo articolo Mikhail Vasilievich Isakovsky presenta una breve biografia del poeta russo.

Breve biografia di Mikhail Isakovsky

Mikhail Vasilievich è nato il 19 gennaio 1900 nel villaggio di Glotovka (distretto di Yelninsky, provincia di Smolensk) da una famiglia di contadini. Il prete locale insegnò a scrivere e leggere il ragazzo. Ha studiato in palestra per soli due anni. Il suo primo poema, intitolato "The Soldier's Request", fu pubblicato nel 1914 sulle pagine del quotidiano di Mosca, novembre. In generale, Isakovsky ha pubblicato molte raccolte di poesie per la sua vita creativa. A Smolensk nel 1921 furono pubblicati 3 piccoli libri del poeta.

Mikhail Isakovsky fatti interessanti

In effetti, lo stesso poeta considera l'inizio della sua attività di scrittore nel 1924, quando furono pubblicati versi come: "Nativo", "Podpaski". A Mosca, nel 1927, il libro “Wires in a straw” vide la luce, nel 1930 la collezione Provinces, nel 1931 la collezione Masters of the Earth e nel 1936 la collezione Four Desires.

Le opere di Mikhail Isakovsky scritte sulla Grande Guerra Patriottica sono particolarmente diverse. Molti versi sono messi in musica, sono persino diventati canzoni popolari, guadagnando popolarità in tutto il mondo. Queste sono le opere di Mikhail Isakovsky - "E chissà", "Katyusha", "Scintillio", "Nella foresta di prima linea", "I nemici hanno bruciato la propria capanna", "Gli uccelli migratori volano", "Tutto si è bloccato fino all'alba", "Oh le mie nebbie ... "

Le sue poesie furono tradotte in ucraino, bielorusso e ungherese. Lo stesso M. Gorkij ha molto apprezzato il talento di Isakovsky.

Oltre alla poesia, Mikhail Vasilievich ha lavorato a lavori teorici sulla letteratura. Il suo libro di maggior successo è On Poetic Skill, in cui ha fornito alcune indicazioni per i giovani poeti su come scrivere.

Isakovsky era anche impegnato in traduzioni letterarie dalle lingue bielorussa, ucraina e ungherese. Essendo già in età avanzata, Mikhail Vasilievich ha pubblicato un libro intitolato "Sulla terra di Yelninskaya: pagine autobiografiche".

Isakovsky Mikhail Vasilievich è morto a Mosca il 20 luglio 1973.

Aggiungi un commento

Rispondi

La tua e-mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *