Riepilogo "Quando gli angeli riposano"

Marina Aromstam “When Angels Rest” Puoi leggere il riassunto del libro di istruzioni per bambini in 15 minuti.

Riepilogo "Quando gli angeli riposano"

Parte 1, "Quando gli angeli riposano", sintesi

Questo libro parla di una bambina Alina, il cui padre è partito per la Francia prima della sua nascita. Dall'ospedale di maternità, suo nonno e sua madre la portarono con sua madre. La nonna è morta prima della nascita della ragazza. Ma il nonno disse che sua nonna era una donna bellissima. Ha detto che ognuno ha il proprio nucleo interiore. Il nucleo interno è l'inizio di qualcosa.
Il primo insegnante è il migliore. Questa è una legge e non deve essere violata. Ma per essere la migliore, deve capire le canne. Quindi mia nonna cercava chi capisse.

"Tutto sarebbe potuto andare diversamente se avessi avuto un papà" ... pensò Alina. Sebbene avesse nonno e madre, le era difficile vivere senza padre. Ma, alla fine, la madre apparve un uomo. Ha sostituito il padre di Alina. Quest'uomo aveva un figlio. Pertanto, la ragazza aveva un fratello. Non nativo, ovviamente, ma comunque fratello.

Alina con il primo insegnante fu sfortunata. L'insegnante era giovane. Ma ad Alina non piaceva immediatamente lei, come scriveva la ragazza, non erano d'accordo sui personaggi. Il 1 ° settembre, tutti hanno portato fiori all'insegnante, ha messo diversi mazzi di fiori in vasi e il resto dei fiori in secchi per lavarli. Ciò colpì la ragazza, mentre sua madre stava coltivando fiori e quando l'insegnante chiese di disegnare fiori in una pentola, Alina dipinse fiori in un secchio. Per questo, l'insegnante l'ha criticata.

Alina adorava fantasticare. E chi non ama? In qualche modo hanno chiesto loro di disegnare una bambola. Uno. E Alina ne dipinse tre: una ragazza, una madre e un nonno. Che la bambola non fosse annoiata. E fu rimproverata per questo. Solo il nonno capì la nipote e chiese di appendere un disegno sulla sua scrivania. Poi a scuola, un ragazzo Cirillo, che era piuttosto strano, giocava, estrasse uno specchio dalla borsa di un insegnante. L'insegnante ha punito l'intera classe, costringendoli a stare con le mani dietro la testa, fino a quando non è stato trovato uno specchio.

Dopo questo, Alina si ammalò di scarlattina e la madre e il nonno iniziarono a pensare al suo trasferimento in un'altra scuola. L'amico del nonno V.G. ha raccomandato Marsem, che ha incontrato durante una competizione per insegnanti.

VG era un chimico giovane e di talento, ma si dedicò all'insegnamento. Il nonno di Alina lo rispettava molto per questo.

Parte 2 "Quando gli angeli riposano"

Alina è stata trasferita in un'altra classe. Il nome dell'insegnante era Margarita Semenovna. Ma tutti la chiamavano Marsem. Conosceva le aste.

Marsem ha dovuto spiegare molto ai bambini, chiedendo ai ragazzi di non prendere e non spogliare le bambole, di non portare i giocattoli di altre persone senza permesso a casa.

Marsem organizzò un viaggio per i bambini alla Bocca del Drago. I ragazzi hanno dovuto sconfiggere il malvagio drago nero. Il Drago Nero comandò i Jabasta, che rapirono portandoli e li trasformarono in mostri. Il drago non aveva desideri, tranne la sete illimitata di potere. Lo perseguiva solo una predilezione: gli piaceva ascoltare il pianto dei bambini. Perché i suoi Jabastiks hanno spaventato i bambini.

I principi dovevano viaggiare e sconfiggere Drago. Le principesse viaggeranno e diverranno custodi della vita dei principi.

Le ragazze indossavano lacci colorati della vita, che avrebbero dovuto servire come vite per i principi. I ragazzi stessi hanno scelto i loro tutori. Alina fu scelta dalla compagna di classe di Petya, ma oltre a lei, scelse anche Natasha, dato che c'erano meno ragazzi che ragazze. Petya cercava costantemente di stare vicino ad Alina, ballando con lei durante le lezioni di danza. Petya era ordinata, paffuta e pensierosa e viveva con sua nonna. La madre di Petya rimase incinta e si ammalò gravemente, e poiché Petya era spesso ammalata, fu mandato da sua nonna. Il padre di Petya ha lavorato duramente per pagare le cure della mamma, e Marsem lo voleva in ogni modo possibile, spesso vicino all'asilo.

Il nonno guidò Alina a scuola e sulla strada prendevano ancora Petya e Natasha. La nonna di Petit credeva che Alina avesse una buona influenza su suo nipote e la invitava spesso a visitare, trattandoli con le torte.

A Petya piaceva costruire intere città a cubetti e quando Alina venne a trovarla, le popolò di giocattoli. Petya le ha persino permesso di organizzare i terremoti e distruggere la città costruita.

Parte 3 "Quando gli angeli riposano"

Bambini e Marsem andarono alla bocca del drago per sconfiggere il Drago Nero. I principi e le principesse erano insieme, avevano un velo magico che li rendeva invisibili in modo che potessero passare dai Jawfish. I principi hanno dovuto colpire il drago cento volte per sconfiggerlo.

Vedendo Zhabastykh, Natasha si spaventò e corse fuori da sotto le coperte. Zhabasty l'afferrò e Alina si affrettò a salvare la sua amica. Petya li salvò insieme, anche se perse la vita e non poté più combattere contro Dragon.

Quindi i bambini vennero dal Drago, nascondendosi sotto un velo magico. Le principesse rimasero sotto la coperta e i principi andarono a combattere il drago. I principi feriti arrivarono sotto la copertura, perché lì potevi rilassarti e bere un po 'di forza. Quando la forza dei principi si stava già esaurendo, Marsem incoraggiò i bambini e Yegor lanciò gli ultimi tre colpi.

Il drago nero fu sconfitto. I bambini hanno percepito tutto ciò che stava accadendo per la verità, anche se hanno capito che la branchia e il drago sono truccati.

Dopo le avventure, Alina ha raccontato molte altre volte a casa della battaglia con Dragon.

Ora una palla aspettava i bambini e Marsem ha deciso di invitare i genitori a questa celebrazione. La mamma di Alina andò ad allenarsi con V.G., poiché era piuttosto difficile ballare per il nonno.

Ora tutti intorno - a casa ea scuola - erano occupati esclusivamente da pensieri sulla palla.

Dal diario di Marsem:

Quando Marsem aveva undici anni, i genitori riferirono che stavano divorziando. Papà se ne andò e lui e sua madre vivevano molto male, la ragazza indossava persino le scarpe di sua nonna. Crescendo, Marsem ha appreso che sua madre ha divorziato a causa dell'infedeltà di suo padre e poi l'ha messa contro ogni tipo di relazione con gli uomini. Perché Marsem da tempo si considerava un'Amazzonia, voleva imparare tutto da fare senza uomini.

Marsem smise di parlare con suo padre quando le chiese perché sua madre non le avrebbe comprato le scarpe normali. Quindi non sapeva ancora che suo padre pagava il mantenimento dei figli.

Parte 4: "Quando gli angeli riposano"

La palla era meravigliosa: i ragazzi erano cavalieri, danzavano con le ragazze. La mamma di Alina è venuta al ballo con V.G. e poi la ragazza pensò che il chimico si innamorò di sua madre.

Marsem ha detto che ognuno ha il proprio angelo custode. Protegge e aiuta le persone. E quando una persona compie delle buone azioni, l'angelo vola via per aiutare altre persone. Prevenire il disastro. E quando una persona fa qualcosa di male, l'angelo deve essere vicino a questa persona e non salvare vite.
In qualche modo un nuovo studente è apparso nella classe Marsem. Krawczyk. Era un affidamento. È stato portato via dai suoi genitori durante l'infanzia. Tuttavia, il bambino è stato immediatamente portato via. Ma in classe, Kravchik ha offeso tutti. Soprattutto ragazze. Ma il giusto Marsem ha capito tutto. Anche se dopo non è apparsa per qualche tempo a scuola. Alina, Natasha, Petya, Kravchik, Yegor hanno escogitato un piano insieme e si sono scusate con Marsem, dopo di che è tornata alla loro classe.

Marsem ammira Korczak. Era un insegnante. Morì persino con i bambini, sebbene gli fosse permesso di andarsene. Ha scritto il libro King Matthew the First. Parla di un ragazzo che, dopo la morte del padre-re, dovette prendere il controllo del regno.

VG fece un'offerta alla mamma di Alina e lei la accettò. Si scopre in V.G. hanno avuto un figlio e hanno incontrato Alina a una cena di famiglia. Ma quando è arrivato il padre di Alina, il loro fidanzamento è stato cancellato. Sia la mamma che Alina non sapevano come reagire al ritorno di suo padre.

Il libro è stato scritto per conto di Alina, una studentessa junior. Parla degli eventi che si svolgono con lei, della sua relazione con la famiglia, con i compagni di classe, condivide i suoi pensieri e le sue esperienze e descrive anche la relazione con la classe del suo Primo Insegnante, Marsem, ad es. Margarita Semenovna.

In tutto il libro sono stati trovati estratti del diario di Marsem. Da lì apprendiamo i suoi pensieri e ragionamenti nascosti: sulla pedagogia, sul suo amore per i bambini, su come rendere i bambini migliori e più gentili. A volte Marsem non si comporta come un insegnante: "Vorrei uccidere", una volta Marsem scrive dopo il prossimo trucco delle sue accuse. Ma questo conferma ancora una volta quanto sia ambiguo il lavoro dell'insegnante e che l'amore per i bambini non sia un valore incondizionato da cui dovrebbe essere guidato l'insegnante.

Aggiungi un commento

Rispondi

La tua e-mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *