Breve biografia di Igor Evgenievich Tamm

La breve biografia di Igor Evgenievich Tamm spiegherà perché ha ricevuto il premio Nobel.

Breve biografia di Igor Evgenievich Tamm

Nato l'8 luglio 1895 a Vladivostok nella famiglia di un ingegnere civile. Nel 1913, si è laureato in una palestra a Elizavetgrad (ora Kirovograd) in Ucraina, dove la sua famiglia si è trasferita nel 1901. Ha studiato all'Università di Edimburgo, dove ha trascorso un anno (da allora ha mantenuto un accento scozzese nella pronuncia inglese); poi tornò in Russia, dove si laureò al Dipartimento di Fisica dell'Università statale di Mosca e si diplomò nel 1918. Tamm sposò Natalia Shuiskaya nel 1917. Avevano un figlio e una figlia.
Ha partecipato alla prima guerra mondiale come servizio medico civile ed era attivo nel governo della città elisabettiana.

Nel 1919, Tamm insegnò prima la fisica e l'Università di Crimea a Simferopoli, e successivamente al Politecnico di Odessa.

Nel 1922 tornò a Mosca.

Dal 1954 al 1957 - professore all'Università statale di Mosca. Come molti fisici, ha lavorato in vari campi della scienza (elettrodinamica classica, meccanica quantistica, teoria dei corpi solidi, ottica fisica, fisica nucleare, teoria delle particelle elementari, fisica applicata, fusione termonucleare).

Lo scienziato ha mostrato la possibilità dell'esistenza di stati speciali di elettroni sulla superficie dei cristalli (livelli di Tamm). Ha suggerito che il neutrone ha un momento magnetico.

Nel 1937, studiando l'effetto di Cherenkov, sviluppò la teoria della radiazione elettronica, per la quale gli fu assegnato lo Stato nel 1946, e nel 1958 il premio Nobel (insieme a I.M. Frank e I.A. Cherenkov).

Dopo aver completato i lavori sulla radiazione di Cherenkov, Tamm è tornato alla ricerca sulle forze nucleari e sulle particelle elementari.

Nel 1950, Tamm e Andrei Sakharov hanno proposto un metodo per limitare una scarica di gas usando potenti campi magnetici - un principio che sta ancora ai fisici sovietici alla base del desiderato raggiungimento di una reazione termonucleare controllata (fusione nucleare).

Nel 1953, lo scienziato fu eletto accademico. Negli anni '60. Igor Evgenievich ha lavorato sulla teoria delle particelle elementari. I connazionali apprezzarono il suo lavoro: Tamm divenne l'eroe del lavoro socialista, il proprietario di due premi statali e la medaglia d'oro di MV Lomonosov.

Il merito principale dello scienziato è che ha creato una scuola di fisici teorici, i futuri pilastri della scienza nucleare russa.

Muore a Mosca il 12 aprile 1971.

Aggiungi un commento

Rispondi

La tua e-mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *