Messaggio "Tomba di Tutankhamon"

La storia della tomba di Tutankhamon, famosa in tutto il mondo dell'antico faraone egiziano, è riassunta in questo articolo. Il rapporto sulla tomba di Tutankhamon può essere integrato da fatti interessanti.

Breve messaggio "Tomba di Tutankhamon"

Tutankhamon era un faraone della XVIII dinastia dei faraoni d'Egitto e governò il regno nel 1347-1337 a.C. Questo giovane sovrano divenne un simbolo dell'antica civiltà egizia e il faraone più famoso grazie alla scoperta della sua tomba. Era l'unica nella Valle dei Re a cui praticamente non toccavano le mani dei ladri.

La tomba del faraone fu scoperta nella Valle dei Re. E questa è l'unica tomba che ha raggiunto i ricercatori nella sua forma originale. Questo nonostante il fatto che sia stata apparentemente nascosta dai ladri due volte. La tomba fu scoperta nel 1922 da due inglesi: l'egittologo Howard Carter e l'archeologo dilettante Lord George Carnarvon. Qui trovarono molti gioielli, un sarcofago d'oro con il corpo di un faraone mummificato. Ma su tutto in modo più dettagliato.

La storia della scoperta della tomba di Tutankhamon

La ricerca della tomba di Tutankhamon iniziò nel 1916. L'idea dell'archeologo Carter e di Lord Carnavon sembrava utopica per tutti, perché fino a quel momento la Valle dei Re era spalata su e giù. Ma gli inglesi si ostinarono a raggiungere il loro obiettivo per 6 anni. Dopo aver scavato tutte le trame, non influenzarono una piccola parte del territorio dove, a loro avviso, c'erano capanne di costruttori di tombe.

Sotto la prima baracca, gli egittologi hanno scoperto un gradino verso il basso. Avendo iniziato a liberare le scale, gli archeologi sottostanti videro la porta murata della tomba. È stata una sensazione. L'apertura della tomba di Tutankhamon avvenne il 3 novembre 1922. La prima fase del lavoro su questo è stata completata. Carter decise di aspettare Lord Carnarvon, che era a Londra.

25 novembre 1922 scesero alla tomba. Dopo aver raggiunto la porta, Carter si rese conto che la tomba di Tutankhamon era già aperta davanti a lui, più di una volta, poiché l'ingresso non era stato murato e sigillato. Nel corridoio della tomba, gli egittologi hanno notato brocche rotte e intere - un altro fatto dei ladri. Ma dentro, una vera sorpresa li stava aspettando: perché i tesori del faraone sono rimasti intatti? Non c'era limite alla sorpresa degli archeologi. Dopo aver svolto numerosi lavori, Carter raggiunse una stanza piena di vari oggetti.

Quindi cosa è stato trovato nella tomba di Tutankhamon? Nelle prime due stanze c'erano vasi, un trono d'oro, cofanetti, accessori per la scrittura, lampade, un carro d'oro, numerosi gioielli d'oro, pietre preziose, oggetti per la casa, navi segate. Carter fu particolarmente colpito dalle sculture nere del faraone in piedi uno di fronte all'altro, con sandali e grembiuli dorati, con bacchette, mazze e un cobra sacro sulla fronte. Vide anche un bellissimo ventaglio di piume che si sbriciolava nella polvere toccandosi le mani.

Gli archeologi, quando tornarono ai loro sensi dopo aver visto il numero di tesori, scoprirono che non c'erano sarcofagi in queste stanze. Quindi, c'è ancora una sala funebre.

Tra le sculture del faraone, fu scoperta una terza stanza sigillata. e Carter decide di approfondire ulteriori ricerche al fine di organizzare e negoziare con il governo egiziano. A dicembre, tornò al lavoro e iniziò a descrivere, conservare e trasportare tesori dalla tomba. Il 27 dicembre è stato portato alla luce il primo lotto di reperti. Non è stato molto facile farlo, perché alcune cose fatte di tessuto, pelle o legno erano quasi decadute.

Studio della sala sepolcrale

La sala sepolcrale era fiancheggiata da piatti d'oro tempestati e decorata con mosaici blu. È stato aperto a metà febbraio. Inoltre trovato un caso in cui si trovava il sarcofago. Da un lato del caso c'erano porte a battente, chiuse con un catenaccio, ma senza sigillo. Dietro di loro ce n'è un altro, più piccolo, senza mosaico, ma con un sigillo faraonico. Sopra c'era una copertina di lino con paillettes, attaccata a cornici di legno. Dopo che gli archeologi hanno smantellato l'ultimo caso, il coperchio di un grande sarcofago fatto di quarzite gialla è stato aperto di fronte ai ricercatori. Sollevando il coperchio, Carter trovò un enorme ritratto in rilievo dorato di Tutankhamon. In effetti, era la copertina di una bara di due metri con i contorni di una figura maschile.

Nel sarcofago d'oro c'era la mummia oscurata e pietrificata di Tutankhamon. Una maschera d'oro gli copriva il petto e il viso. Da quel momento, il mondo ha imparato a conoscere il grande faraone dell'antico Egitto: il giovane e misterioso Tutankhamon.

Dove sono gli oggetti dalla tomba di Tutankhamon?

Gli oggetti della tomba del faraone si trovano in diversi musei del nostro pianeta. Oggi, la maggior parte dei reperti si trova nel Grande Museo Egizio. La maschera d'oro postuma del faraone e il sarcofago sono esposti nel Museo del Cairo.

Tomba di Tutankhamon: fatti interessanti

La tomografia del corpo di Tutankhamon nel 2005 mostrava che il faraone aveva un'altezza di 180 cm) ed era ben nutrito.

Tutankhamon e sua moglie non hanno avuto figli, sebbene Ankhesenpaaton abbia avuto due volte un aborto spontaneo. I corpi di due bambine nate morti furono mummificati e collocati nella tomba di Tutankhamon in piccole bare.

C'è una leggenda sulla maledizione della tomba di Tutankhamon. La tomba è associata a una serie di morti di numerosi ricercatori che hanno studiato la sepoltura. Il primo tra i ricercatori è morto Lord Carnarvon, che ha finanziato lo scavo. Morì quasi cinque mesi dopo l'apertura della tomba, il 5 aprile 1923.

I giornalisti hanno contato 22 vittime della maledizione, 13 dei quali erano direttamente presenti all'apertura della tomba. E Howard Carter, che diresse tutto il lavoro nella tomba, morì per ultimo, nel 1939 all'età di 66 anni.

Speriamo che il rapporto "Tomba di Tutankhamon" ti abbia aiutato a prepararti per la lezione. E quello che sai sulla tomba di Tutankhamon, puoi lasciare il modulo di commento qui sotto.

Aggiungi un commento

Rispondi

La tua e-mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *